The Blog

Chiesa San Cassiano – Zone (Bs) – Italia

Gioiello  quattrocentesco – studio di fattibilità e restauro della  chiesetta di campagna alla quale si arriva percorrendo un sentiero dove sono poste le cappelle della Via Crucis. Sia all’esterno che all’interno la chiesa si presenta nelle sue forme originali. Tutta la cappella maggiore e l’ultima campata della chiesa sono completamente affrescate con le “Storie della Passione di Cristo”, Evangelisti e dottori della Chiesa. Gli affreschi sono di un anonimo con riferimenti alla scuola del Ferramola .

 

Committente : Parrocchia di Zone (Bs)

Interventi : Analisi preliminare e progettazione interventi di restauro

Read More

CHIESA SANTA MARIA DEL CARMINE Pavia – Italia

In origine sul luogo era edificata la chiesa romanica dei Santi Faustino e Giovita entro le mura. Nel 1364 i Carmelitani dovettero abbandonare il luogo che occupavano dal 1298 a nord della città per far posto a una nuova residenza viscontea e ricevettero in cambio da Gian Galeazzo Visconti l’uso della chiesa. A partire dal 1373 i Carmelitani avviarono la costruzione della nuova chiesa che si protrasse per oltre un secolo.

Il progetto della costruzione fu affidato a Bernardo di Venezia che aveva già realizzato il castello Visconteo.

Attualmente la Chiesa fa parte della parrocchia omonima retta dal clero secolare.

Committente : Impresa Damiani Costruzioni 

Progetto e DL : Studio Calvi 

Interventi : restauro torre campanaria interno ed esterno, restauri cappella interna torre

Read More

Monumento ai Caduti di Cefalonia e Corfù – Parma

Fu eretto per iniziativa dell’Associazione reduci della Divisione Acqui (sez. di Parma) che lo voleva sin dal 1967, su progetto dell’architetto Giacomo Chiari (1896-1973).
Promotore dell’iniziativa era il presidente della sezione locale dell’associazione, nonché superstite di Cefalonia, Gianni Renaud.

Committente : Comune di Parma

Progetto e D.L. : arch. Zilocchi Barbara

Interventi : Monumento tutto in marmo e bassorilievo in bronzo

 

Read More

TORRE NUOVA CARPENEDOLO

Carpenedolo è situato nella parte sud-orientale della provincia di Brescia, al confine con la provincia di Mantova. Dista 22 chilometri a sud da Brescia, 46 chilometri da Mantova e 50 chilometri da Cremona.

Il comune confina a nord con Montichiari, a est con Castiglione delle Stiviere e Castel Goffredo, ad ovest con Calvisano, a sud con Acquafredda.

Il territorio comunale (superficie di 30,14 km²) è prevalentemente pianeggiante, al termine dell’anfiteatro collinare morenico del lago di Garda. Le maggiori elevazioni sono rappresentate dal monte Rocchetta (132 m s.l.m.),dal Capomonte, dal colle Zecchi, dal monte Paletta e dal monte Fogliuto. La quota ufficiale della cittadina, riferita all’ubicazione della casa comunale è di 78 m s.l.m..

Dal punto di vista geologico il terreno è costituito da sedimenti terrigeni determinati dal fenomeno morenico o dalla pianura alluvionale del fiume Chiese.

Committente : Comune Carpenedolo

Progetto D.L. : arch. Ghezzi Valeria Scala Barbara 

Interventi : restauro prospetti esterni torre campanaria

Funzionario MIBACT: arch. Musto Gabriella 

 

Read More

TOMBA BRION Altivole Treviso cantiere pilota

La tomba Brion è un complesso funebre monumentale, situato lungo l’originale confine del piccolo cimitero di San Vito, nella frazione d’Altivole in provincia di Treviso.

Venne progettata e realizzata dall’architetto veneziano Carlo Scarpa su commissione (1969) di Onorina Brion Tomasin, per onorare la memoria del defunto ed amato congiunto Giuseppe Brion, fondatore e proprietario della Brionvega, e conservarvi le sue spoglie, e quelle di alcuni parenti. Il complesso venne eretto tra il 1970 ed il 1978, anno in cui lo stesso Scarpa morì, a seguito di una caduta da una scala in un negozio a Sendai, in Giappone. L’opera venne quindi ultimata sui progetti dell’architetto, che vi fu anche sepolto, secondo quanto richiesto nel proprio testamento, in un punto discreto di congiunzione tra la sua monumentale creazione ed il vecchio cimitero del paese.

 

Committente : famiglia Brion

Progeto e D.L. : arch. Pietropoli Guido

Interventi : cantiere pilota restauro cemento

Read More

Sentieri Neri siti nel comune di Cedegolo (Bs)

Cappelle Votive Sentiero Neri – Valle Camonica

Committente : Comunità Montana 

Progetto D.L. : arch. Griletto Andrea

Intervento : restauri cappelle votive e apparati decorativi

Funzionario MIBACT : arch. Colucci Fiona 

 

Read More

Sabbiature restauro

In campo meccanico la sabbiatura è un procedimento intermedio al ciclo di lavorazione del prodotto, solo raramente viene effettuato come operazione finale. Lo strato asportato può essere ossido, vernice, calcificazioni, un rivestimento galvanico o plastico, ecc. Al termine dell’operazione il materiale sottostante allo strato rimosso risulta completamente scoperto e con rugosità dipendente dalla grandezza della graniglia utilizzata e dalla pressione del getto, ma comunque molto accentuata in confronto ai valori tipici delle lavorazioni meccaniche. La sabbiatura risulta quindi uno dei procedimenti preferiti per preparare il pezzo alla successiva verniciatura. La sabbiatura viene effettuata tipicamente su acciaio, ghisa, leghe metalliche in genere, legname, ceramiche, pietre e marmi; sia per impiego industriale meccanico che edilizio.

 

Il nostro principale fornitore, sabbiatrici e inerti IBIX . Le attrezzature in nostro possesso, che vengono sostituite ogni 3 anni :

Inerti e granulometria vengono scelti in base alla tipologie di lavoro che dovrà essere eseguita.

 

Read More

Centrale Idroelettrica Crespi

La centrale idroelettrica di Crespi d’Adda è un impianto produttivo situato sulla sponda sinistra del fiume Adda, costruita in località Crespi d’Adda nel comune di Capriate San Gervasio

Committente :  Adda Energi

Interventi : restauro facciate esterne , restauri pietra, restauro dipinti interni

Funzionario MIBACT : arch. Napoleone Giuseppe  

Read More

Edificio privato Salò (Bs) Italia restauri intonaci restauro pietra restauro metallo

Salò (AFI/sa’lɔ/Salò in dialetto brescianoSalodium in latino) è un comune italiano di 10 576 abitanti della provincia di Brescia in Lombardia.

Di fondazione romana, durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale Salò fu sede di alcuni ministeri della Repubblica Sociale Italiana.

Committente : privato

Progetto e D.L. : arch. Ferrari Ombretta

Interventi : restauro intonaci antichi , restauri marmo, restauro metalli

Read More