The Blog

Monumento ai Caduti di Cefalonia e Corfù – Parma

Fu eretto per iniziativa dell’Associazione reduci della Divisione Acqui (sez. di Parma) che lo voleva sin dal 1967, su progetto dell’architetto Giacomo Chiari (1896-1973).
Promotore dell’iniziativa era il presidente della sezione locale dell’associazione, nonché superstite di Cefalonia, Gianni Renaud.

Committente : Comune di Parma

Progetto e D.L. : arch. Zilocchi Barbara

Interventi : Monumento tutto in marmo e bassorilievo in bronzo

 

Read More

TORRE NUOVA CARPENEDOLO

Carpenedolo è situato nella parte sud-orientale della provincia di Brescia, al confine con la provincia di Mantova. Dista 22 chilometri a sud da Brescia, 46 chilometri da Mantova e 50 chilometri da Cremona.

Il comune confina a nord con Montichiari, a est con Castiglione delle Stiviere e Castel Goffredo, ad ovest con Calvisano, a sud con Acquafredda.

Il territorio comunale (superficie di 30,14 km²) è prevalentemente pianeggiante, al termine dell’anfiteatro collinare morenico del lago di Garda. Le maggiori elevazioni sono rappresentate dal monte Rocchetta (132 m s.l.m.),dal Capomonte, dal colle Zecchi, dal monte Paletta e dal monte Fogliuto. La quota ufficiale della cittadina, riferita all’ubicazione della casa comunale è di 78 m s.l.m..

Dal punto di vista geologico il terreno è costituito da sedimenti terrigeni determinati dal fenomeno morenico o dalla pianura alluvionale del fiume Chiese.

Committente : Comune Carpenedolo

Progetto D.L. : arch. Ghezzi Valeria Scala Barbara 

Interventi : restauro prospetti esterni torre campanaria

Funzionario MIBACT: arch. Musto Gabriella 

 

Read More

CHIESA SANTA MARIA DEL CARNERIO ORZINUOVI BRESCIA

Non ci sono risposte certe sull’origine del nome di Orzinuovi, ma soltanto ipotesi attendibili: il Codagli nella sua opera Historia Orceana narra che, durante le invasioni barbariche del V-VI secolo d.C., i barbari avrebbero costruito in questo territorio due rocche fortissime che in latino, la lingua dei romani, sarebbero definite Arces, e appunto da questa parola si sarebbe col tempo arrivati a Orci. Codagli tuttavia si rese poi conto dalle storie degli anziani del paese che il nome sarebbe potuto derivare non dalle Rocche, bensì dai vasi che i Romani chiamavano Orzi recuperati dal fondo di quelle. Sempre Codagli ipotizza che sia stato S.Ursicino, Vescovo di Brescia dal 347 al 380 d.C., a dare il nome alla città. Inoltre, ipotizza che possa essere stata Oritia moglie di Borea e figlia di Eritteo, re di Atene. Oritia, essendo colei che aveva fatto edificare il tempio dedicato a Giove nei pressi della località, deteneva il diritto di dare il nome alla città.

Monsignor Guerrini, l’arciprete della Curia di Brescia presuppone che il nome della città derivi dall’aggettivo Arsus che tradotto dal latino all’italiano significa latifondi, che Orzinuovi possedeva prima che il Comune di Brescianell’XI secolo vi bonificasse. Lo stesso Guerrini dice che l’origine del nome deriva da J-urs, che potrebbe essere una ricostruzione dialettale di San Giorgio, poiché, Orzinuovi, fondata nel XII secolo, è stata chiamata castrum San Georgi o San Jorii, per quindi a risalire a J-ursus. Però Monsignor Guerrini smentisce questa sua ipotesi, per due ragioni, una fonetica e una storica.

Committente : Rotary Clubs 

Progettazione : Arc restauri 

Intervento : restauro in pietra di Botticino

Funzionario MIBACT : arch. Musto Gabriella 

 

Read More

Sentieri Neri siti nel comune di Cedegolo (Bs)

Cappelle Votive Sentiero Neri – Valle Camonica

Committente : Comunità Montana 

Progetto D.L. : arch. Griletto Andrea

Intervento : restauri cappelle votive e apparati decorativi

Funzionario MIBACT : arch. Colucci Fiona 

 

Read More

Sabbiature restauro

In campo meccanico la sabbiatura è un procedimento intermedio al ciclo di lavorazione del prodotto, solo raramente viene effettuato come operazione finale. Lo strato asportato può essere ossido, vernice, calcificazioni, un rivestimento galvanico o plastico, ecc. Al termine dell’operazione il materiale sottostante allo strato rimosso risulta completamente scoperto e con rugosità dipendente dalla grandezza della graniglia utilizzata e dalla pressione del getto, ma comunque molto accentuata in confronto ai valori tipici delle lavorazioni meccaniche. La sabbiatura risulta quindi uno dei procedimenti preferiti per preparare il pezzo alla successiva verniciatura. La sabbiatura viene effettuata tipicamente su acciaio, ghisa, leghe metalliche in genere, legname, ceramiche, pietre e marmi; sia per impiego industriale meccanico che edilizio.

 

Il nostro principale fornitore, sabbiatrici e inerti IBIX . Le attrezzature in nostro possesso, che vengono sostituite ogni 3 anni :

Inerti e granulometria vengono scelti in base alla tipologie di lavoro che dovrà essere eseguita.

 

Read More

Centrale Idroelettrica Crespi

La centrale idroelettrica di Crespi d’Adda è un impianto produttivo situato sulla sponda sinistra del fiume Adda, costruita in località Crespi d’Adda nel comune di Capriate San Gervasio

Committente :  Adda Energi

Interventi : restauro facciate esterne , restauri pietra, restauro dipinti interni

Funzionario MIBACT : arch. Napoleone Giuseppe  

Read More

Chiesa Santa Marta restauro intonaci cotto e pietra

Mozzanica [mod-dzà-ni-ka] ascolta (Musànega in dialetto bergamasco) è un comune italiano di 4.552 abitanti della provincia di Bergamo in Lombardia. Dati ufficiali comune di Mozzanica: 31/05/2013. Si trova nella media pianura padana a 26 km a sud del capoluogo, sulla riva occidentale del Serio, ed è per questo motivo che una notevole porzione del territorio comunale è inclusa nell’omonimo parco.

È anche conosciuta come la “Venezia della Bassa Bergamasca” per la presenza di numerose rogge e fossati sul suo territorio.

Committente : Parrocchia Santo Stefano

Progettazione : studio arch. Giacopini Anna Ferraresi Sara 

Interventi : restauro intonaci, restauro portale in cotto, restauro pietra gradino, restauro portone

Funzionario MIBACT : arch. Napoleone Giuseppe 

Read More

Edificio privato Salò (Bs) Italia restauri intonaci restauro pietra restauro metallo

Salò (AFI/sa’lɔ/Salò in dialetto brescianoSalodium in latino) è un comune italiano di 10 576 abitanti della provincia di Brescia in Lombardia.

Di fondazione romana, durante gli ultimi anni della seconda guerra mondiale Salò fu sede di alcuni ministeri della Repubblica Sociale Italiana.

Committente : privato

Progetto e D.L. : arch. Ferrari Ombretta

Interventi : restauro intonaci antichi , restauri marmo, restauro metalli

Read More

Chiesa San Silvestro Iseo (Bs) Italia – restauri pietra restauro intonaci

La chiesa romanica di San Silvestro era probabilmente l’oratorio privato del vescovo di Brescia durante i suoi soggiorni estivi a Iseo. Ad aula unica suddivisa in due ripiani, quello sotterraneo conosciuto con il nome di “carnerio”, divenne nel XV secolo di proprietà della Confraternita dei Disciplini della Santa Croce e, dal XX secolo, fu adibita a magazzino e poi falegnameria. Gli affreschi conservati al suo interno testimoniano l’appartenenza della chiesta all’Ordine dei Disciplini: restano ancora oggi tracce dei ritratti dei Disciplini, dipinti nei loro abiti, con cappuccio e tunica bianca, impressi da una croce rossa, impugnanti lo strumento, la disciplina, usato per battersi. Grazie ad un intervento di restaurao è stato recuperato l’affresco della “Danza Macabra” , nel quale sono ancora ben riconoscibili alcuni personaggi: il mercante con la sua borsa di denari, il medico intento ad osservare la matula, il vaso urinale, un patriarca, un vescovo e un re. Altro affresco interessante è il “Ritrovamento delle Sante Croci”. La Chiesa è stata segnalata a causa dello stato di degrado in cui versa e il desiderio della comunità di recuperare e valorizzare questo piccolo ma interessante luogo.

Committente : Parrocchia S.Andrea Apostolo 

Progettazione e D.L. ; arch. Pedrocchi Ezio

Interventi : restauro intonaci antichi, restauro pietra

Finanziamento : Fondazione Cariplo

Funzionario MIBACT : arch. Gentile Renato 

Read More