Ex Loggia dei Mercati – Piazza Vittoria Brescia

La piazza fu realizzata nel 1932 attraverso la demolizione dell’antica area medievale del quartiere delle Pescherie, il lembo meridionale del quartiere del Carmine che al tempo si estendeva fin lì, chiuso a est dai portici di Via Dieci Giornate. Il quartiere si sviluppava fra vicoli angusti, larghi anche solo due metri, su cui si affacciavano edifici di edilizia medievale che toccavano i venticinque metri di altezza.

Avvio cantiere 29 luglio 2019

Committente 1932 srl

Progettista e direzione lavori Ettore Arch. Monaco Vincenzo Geom. Forleo 

Coordinatore sicurezza Alessandro Geom. Nodari

Funzionario MIBAC Anna Maria architetto Basso Bert

Responsabile restauri Stefano Restauratore Tucci

INTERVENTI COMMISSIONATI :

  • Riproposizione cromatica soffitti
  • Pulitura paramenti lapidei verticali

 

 

Read More

Edificio Privato – Restauro Piazza Duomo Brescia – Italia

L’origine della piazza è medioevale, così come alcuni palazzi che vi si affacciano, uno tra tutti Palazzo Broletto, che oggi comprende anche la torre civica (o Torre del Pegol) e la loggia delle Grida, situato sul lato nord-est della piazza e risalente al Duecento, è considerato l’edificio pubblico più antico di Brescia. Oggi il palazzo ospita la Prefettura, l’Amministrazione Provinciale e qualche ufficio comunale.

Sempre sul lato orientale troviamo il Duomo Nuovo, eretto tra il 1604 e il 1825, comprendente vari stili architettonici che vanno dal tardo Barocco al rococò, e il Duomo Vecchio, o Rotonda, costruzione dell’XI secolo esempio di architettura romanica, che all’esterno presenta ancora i segni del vecchio livello di terreno della piazza, che venne poi rifatto in epoca veneziana.

Sul lato meridionale della piazza troviamo il palazzo del Credito Agrario Bresciano (oggi UBI Banca), risalente ai primi del Novecento ed opera dell’architetto bresciano Antonio Tagliaferri, mentre opposto al Duomo Nuovo troviamo un palazzetto in stile neoclassico risalente al 1809, che presenta due grandi colonne joniche centrali, vicino al quale è presente la Casa dei Camerlenghi, chiamata così perché sede dei camerlenghi, amministratori finanziari durante la dominazione veneta, che presenta particolari trifore quattrocentesche.

Al di sotto di questa costruzione è presente un passaggio di origine medioevale, oggi conosciuto come Galleria Duomo, che collega la piazza con i portici di via X Giornate, edificati su progetto di Piero Maria Bagnadore, lungo la vecchia cinta muraria cittadina, mentre all’accasso meridionale e a quello settentrionale, troviamo rispettivamente Via Paganora, caratterizzata da qualche palazzo di tardo Ottocento oltre che dal retro dello storico Teatro Grande, e la quattrocentesca chiesa di Sant’Agostino, ormai annessa a palazzo Broletto.

Progettazione e direzione lavori Gianfranco Architetto Cominelli

Funzionario Mibac Anna Maria Achitetto Basso Bert

Direzione tecnica opere di restauro Stefano Restauratore Tucci 

 

Read More

IBIX Mobile Lab

In stretta collaborazione con IBIX da oltre 10 anni, arriva la seconda edizione della valigetta per diagnostica in cantiere.

 

Read More

PALAZZO ROSSO – Alessandria Italia

Palazzo del Municipio di Alessandria si trova in piazza della Libertà 1, noto come Palazzo Rosso, dal colore della facciata, venne costruito a partire dalla seconda metà XVIII secolo. È dotato di un particolare orologio a tre quadranti. Da notare sulla sommità il galletto sottratto dagli alessandrini ai casalesi nel 1225 .

Avvio campagna stratigrafica per la verifica materica, finiture, colori materiali presenti  e campionatura opere da restauratore sulle facciate esterne.

Committente : Damiani Costruzioni srl 

Read More

CONTRIBUTI FONDAZIONE CARIPLO 2019

Fondazione Cariplo può concedere contributi esclusivamente ad enti non profit. Non può erogare, né direttamente né indirettamente, contributi o sovvenzioni di alcun genere ad enti con fini di lucro o imprese di qualsiasi natura, ad eccezione delle imprese sociali e delle cooperative sociali.

ACCEDI PAGINA ELENCO CONTRIBUTI

 

Read More

Villa Citterio – Cologno Monzese (Mi) – Italia

Attualmente residenza per anziani autosufficienti, la Villa Citterio si presenta come un blocco compatto a due piani, costituito da quattro corpi di fabbrica attorno a un cortile rettangolare, porticato sul lato settentrionale.

Riferimenti storici

  • Interventi : indagini stratigrafiche prospetti esterni ed interni, verifica dei materiali e presenza finiture apparati decorativi
  • Progettazione : Studio Oggioni e Associati 

Read More

MIBAC 2019 CONTRIBUTI STATALI A PRIVATI POSSESSORI O DETENTORI DI BENI CULTURALI

Dal 2019 riprende la concessione di contributi statali a privati possessori o detentori di beni culturali tutelati per interventi conservativi e di restauro

ARC restauri srl ha sempre sponsorizzato l’attività dei contributi nei beni culturali, in particolare quando viene redatto un progetto di restauro, regolarmente autorizzato dalla competete soprintendenza, abbiamo consigliato di fare domanda di contributo per i restauri prima dell’avvio dei lavori.

A seguire maggiori informazioni, ricordandoVi che siamo a Vs. completa disposizione per un incontro / sopralluogo gratuito di pre-valutazione.

Fino al 2018 è stata sospesa la concessione di contributi di cui agli articoli 35 e 37 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 e successive modificazioni da parte del Segretariato Regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per le Marche, a decorrere dal 1° gennaio 2019, i contributi previsti dall’articolo 35 del codice di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, torneranno ad essere concessi, nella misura di 10 milioni di euro per l’anno 2019 e di 20 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020.(Legge di bilancio 2018 – Legge 27 dicembre 2017, n. 205, G.U. n.302 del 29-12-2017)

  • contributi in conto capitale (fondo perduto in quota percentuale) artt. 35 e 36, per un ammontare non superiore alla metà della spesa sostenuta, pertanto nella misura massima del 50% dell’importo, (se gli interventi sono di particolare rilevanza o riguardano beni in uso o godimento pubblico, il Ministero può concorrere alla spesa fino al suo intero ammontare, art. 35).
  • contributi in conto interessi (interessi bancari su mutuo) art. 37; il Ministero corrisponde fino a sei punti percentuale, sul capitale richiesto dal proprietario del bene a titolo di mutuo, pagando, secondo le scadenze previste in un preciso piano di ammortamento, gli interessi su ogni singola rata.

ARC restauri srl

Tel +39 030 68 64 438

info@arcrestauri.it 

 

Read More

EX PALAZZO DEL COMUNE – Pralboino (BS)

Ultimo paese delle provincie Brescia Cremona, il suo patrimonio architettonico / immobiliare vanta :

  • Palazzo Morelli
  • Palazzo Gambara
  • Chiesa S. Andrea

Il nostro intervento di restauro riguarda l’ex palazzo del Comune, ora sede delle poste e di varie associazioni . Intervento di restai della facciata principale, materiali interessati :

  • Restauro dipinti
  • Restauri intonaci antichi
  • Restauro pietra
  • Restauro marmo
  • Restauri ferro

 

Read More