Sepolcreto Aquileia (Ud) Italia – sito UNESCO

L’unico tratto di necropoli attualmente visitabile ad Aquileia è costituito da cinque recinti funerari, che si disponevano su una strada secondaria in uscita dalla città. Di dimensioni variabili in lunghezza ma di eguale profondità, essi appartenevano ad altrettante famiglie aquileiesi (Stazia, anonima, Giulia, Trebia, Cestia). Sulla base dei monumenti ancor oggi visibili e delle tombe che vi sono state scavate (1940-1941), i recinti vennero utilizzati a partire dal I secolo d.C. Nel caso della quarta area funeraria, l’uso si protrasse almeno fino al IV-V secolo, come testimoniano svariati sarcofagi tardoantichi, taluni collocati su pilastrini in mattoni per rendere l’idea della quota originaria di ritrovamento.

Committente : Fondazione Aquileia 

Progetto e D.L. : Ing. Diego De Stalis

Interventi : restauro pietra, restauri graniglie, restauro cotto, restauri intonaci, restauro metallo

Pubblicazioni : MINOR MODIFICATIONS TO THE BOUNDARIES OF THE WORLD HERITAGE PROPERTY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *