The Blog

Chiesa San Cassiano – Zone (Bs) – Italia

Gioiello  quattrocentesco – studio di fattibilità e restauro della  chiesetta di campagna alla quale si arriva percorrendo un sentiero dove sono poste le cappelle della Via Crucis. Sia all’esterno che all’interno la chiesa si presenta nelle sue forme originali. Tutta la cappella maggiore e l’ultima campata della chiesa sono completamente affrescate con le “Storie della Passione di Cristo”, Evangelisti e dottori della Chiesa. Gli affreschi sono di un anonimo con riferimenti alla scuola del Ferramola .

 

Committente : Parrocchia di Zone (Bs)

Interventi : Analisi preliminare e progettazione interventi di restauro

Read More

Palazzo Botta – Pavia Italia

Sede degli uffici e della Biblioteca del Museo di Storia Naturale dell’Università di Pavia. L’interno risulta rimaneggiato per le nuove destinazioni d’uso, ma conserva alcune testimonianze degli sfarzi settecenteschi come lo scalone neoclassico e gli stucchi e gli affreschi del piano nobile.  Originariamente al palazzo era annesso un parco che via via fu occupato delle strutture universitarie. Attualmente, l’edificio presenta nel giardino retrostante l’acquario realizzato nel 1913 su iniziativa di Camillo Golgi con vasche e incubatori per lo studio degli animali acquatici.

Committente : Damiani Costruzioni srl 

Progetto e D.L. : STUDIO CALVI s.r.l. Ingegneria e Architettura

Funzionario MIBAC : arch. Roberto Nessi

Interventi :  consolidamento apparati decorativi , messa in sicurezza dipinti murali

Read More

CHIESA DELLA SANTISSIMA TRINITA’ Ceresara Mantova

L’edificio originario risale al XII-XIII secolo. Successivamente è stato ampliato nel 1724. La facciata è la parte che meglio evidenzia l’impronta romanica della chiesa, mentre l’interno è tardobarocco. Particolarmente interessanti sono gli elementi marmorei e l’organo, che proviene dalla sinagoga degli Ebrei di Mantova, dopo che fu demolita. Anche il campanile è di chiara fattura medioevale fino alle bifore della cella campanaria, mentre la sommità sopraelevata e fornita di coronamento merlato fu realizzata alla fine dell’Ottocento.

Read More

Villa Paradiso Brescia

Villa Paradiso ospitò all’inizio del Novecento una colonia infantile del Dispensario Antitubercolare. Anche dopo la sconfitta della malattia, nel corso del secondo dopoguerra, Villa Paradiso mantenne una politica di aiuto per le persone più deboli.

 

Committente : Provincia di Brescia 

Progetto e D.L. : arch. Zancanato Paolo

Diagnostica : Start Apps ing. Benedetti Dario 

Interventi : indagini stratigrafiche, relazioni tecniche di progetto interventi, indagini diagnostiche

Funzionario MIBACT : arch. Fasser Marco 

 

Read More

Otto per mille dell’Irpef a diretta gestione statale

La scelta per la destinazione dell’otto per mille dell’Irpef viene effettuata dal contribuente apponendo la propria firma sulla dichiarazione dei redditi in corrispondenza dell’Istituzione prescelta.
Sulla base delle scelte effettuate dai contribuenti nella dichiarazione dei redditi, una quota pari all’otto per mille del gettito IRPEF è destinata:

  • a scopi di interesse sociale o di carattere umanitario a diretta gestione statale dallo Stato per interventi straordinari per fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati e conservazione di beni culturali e interventi riguardanti immobili destinati all’istruzione scolastica, esclusivamente di proprietà dello Stato e degli enti locali, e diretti alla ristrutturazione, al miglioramento, alla messa in sicurezza, all’adeguamento antisismico ed all’efficientamento energetico degli edifici scolastici  (Art.47- 48 e 49 L. 222 del 1985, legge 27 dicembre 2013, n.147, articolo 1, comma 206);

 

Puoi contattarci info@arcrestauri.it , proporci il tuo progetto e noi individuiamo quale contributo / bando è adeguato alle tue idee

 

Read More

Compagnia San Paolo

Compagnia San Paolo ha sposato la conservazione dei beni culturali

Membro dell’Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio SpA

Membro dell’European Foundation Centre

Puoi contattarci info@arcrestauri.it , proporci il tuo progetto e noi individuiamo quale contributo / bando è adeguato alle tue idee

Read More

CHIESA SANTA MARIA DEL CARNERIO ORZINUOVI BRESCIA

Non ci sono risposte certe sull’origine del nome di Orzinuovi, ma soltanto ipotesi attendibili: il Codagli nella sua opera Historia Orceana narra che, durante le invasioni barbariche del V-VI secolo d.C., i barbari avrebbero costruito in questo territorio due rocche fortissime che in latino, la lingua dei romani, sarebbero definite Arces, e appunto da questa parola si sarebbe col tempo arrivati a Orci. Codagli tuttavia si rese poi conto dalle storie degli anziani del paese che il nome sarebbe potuto derivare non dalle Rocche, bensì dai vasi che i Romani chiamavano Orzi recuperati dal fondo di quelle. Sempre Codagli ipotizza che sia stato S.Ursicino, Vescovo di Brescia dal 347 al 380 d.C., a dare il nome alla città. Inoltre, ipotizza che possa essere stata Oritia moglie di Borea e figlia di Eritteo, re di Atene. Oritia, essendo colei che aveva fatto edificare il tempio dedicato a Giove nei pressi della località, deteneva il diritto di dare il nome alla città.

Monsignor Guerrini, l’arciprete della Curia di Brescia presuppone che il nome della città derivi dall’aggettivo Arsus che tradotto dal latino all’italiano significa latifondi, che Orzinuovi possedeva prima che il Comune di Brescianell’XI secolo vi bonificasse. Lo stesso Guerrini dice che l’origine del nome deriva da J-urs, che potrebbe essere una ricostruzione dialettale di San Giorgio, poiché, Orzinuovi, fondata nel XII secolo, è stata chiamata castrum San Georgi o San Jorii, per quindi a risalire a J-ursus. Però Monsignor Guerrini smentisce questa sua ipotesi, per due ragioni, una fonetica e una storica.

Committente : Rotary Clubs 

Progettazione : Arc restauri 

Intervento : restauro in pietra di Botticino

Funzionario MIBACT : arch. Musto Gabriella 

 

Read More

Chiesa Santa Marta restauro intonaci cotto e pietra

Mozzanica [mod-dzà-ni-ka] ascolta (Musànega in dialetto bergamasco) è un comune italiano di 4.552 abitanti della provincia di Bergamo in Lombardia. Dati ufficiali comune di Mozzanica: 31/05/2013. Si trova nella media pianura padana a 26 km a sud del capoluogo, sulla riva occidentale del Serio, ed è per questo motivo che una notevole porzione del territorio comunale è inclusa nell’omonimo parco.

È anche conosciuta come la “Venezia della Bassa Bergamasca” per la presenza di numerose rogge e fossati sul suo territorio.

Committente : Parrocchia Santo Stefano

Progettazione : studio arch. Giacopini Anna Ferraresi Sara 

Interventi : restauro intonaci, restauro portale in cotto, restauro pietra gradino, restauro portone

Funzionario MIBACT : arch. Napoleone Giuseppe 

Read More

Laser scanner nel restauro i restauri con laser scanner

I sensori laser scanner (anche detti laser 3D) sono strumenti che consentono il rilevamento di modelli tridimensionali di oggetti a scale e risoluzioni differenti. Per meglio capire il loro funzionamento occorre innanzitutto soffermarsi sul significato della parola laser e come è possibile utilizzare un laser per effettuare delle misure.

 

 

  

Read More